Le Contrade dell’Etna 2022

Le Contrade dell’Etna 2022

“Le Contrade dell’Etna”: dal 2 al 4 Aprile 2022, presso il Picciolo Etna Golf Resort di Castiglione di Sicilia (CT)

Il programma della manifestazione prevede due giornate dedicate esclusivamente agli espositori, alla stampa qualificata, agli operatori di settore e agli addetti ai lavori (2 e 4 aprile), con la cerimonia di inaugurazione, la conferenza “L’Etna, il vino: un grande mosaico” (Prof. Attilio Scienza) e quattro masterclass sui vini del vulcano bianchi, rosati e rossi.
La giornata di domenica 3 Aprile sarà invece aperta anche al pubblico con orario 12:30 – 19:00 e al costo di €25 con degustazione libera presso tutti gli espositori/cantine presenti alla manifestazione. Tempo di permanenza illimitato fino all’orario di chiusura ore 19:00 Sarà possibile nell’arco della giornata usufruire dei servizi di ristorazione appositamente creati per l’evento.
Per acquistare il biglietto in prevendita: https://lecontradedelletna.com/prodotto/le-contrade-delletna-xiii-edizione/

Elenco delle Cantine partecipanti a “Le Contrade dell’Etna 2022:
Aitala, Al-Cantara, Alberelli Di Giodo, Alta Mora Cusumano, Antichi Vinai 1877, Antichi Vini Di Sicilia – La Vite, Azienda Agricola Antonio Di Mauro, Azienda Agricola Iuppa, Azienda Agricola Raciti, Azienda Agricola Sciara, Azienda Agricola Sofia, Azienda Agricola Vita Nova, Azienda Esperanza, Baglio Di Pianetto, Benanti
Baglio Di Pianetto, Buscemi, Calcagno, Campore’, Maugeri, Cantine Di Nessuno, Cantine Nicosia, Cantine Russo, Cottanera, Curtaz Federico, De Bartoli, Destro, Donnafugata, Etna Barrus, Famiglia Statella, Favole Siciliane, Federico Graziani, Feudo Cavaliere, Feudo Vagliasindi, Fifth Estate, Firriato, Frank Cornelissen, Gambino Vini, Generazione Alessandro, Giovanni Rosso, Girolamo Russo, Giovi, Graci, Gulfi, Gumina, I Custodi Delle Vigne Dell’etna, La Contea, Licciardello Vini, Massimo Lentsch, Mecori, Monteleone, Monterosso, Murgo, Neri, Nuzzella, Palmento Carranco, Palmento Costanzo, Passopisciaro Vini Franchetti, Pietradolce, Planeta, Podere Dell’etna Segreta, Produttori Etna Nord, Quantico, Serafica Terra Di Olio E Vino, Stanza Terrena, Spuches, Tasca D’Almerita, Tenuta Bastonaca, Tenuta Boccarossa, Tenuta Di Aglaea, Tenuta Di Fessina, Tenuta Enza La Fauci, Tenuta Ferrata, Tenuta Foti Randazzese, Tenuta Mannino Di Plachi, Tenute Bosco, Tenute Moganazzi, Tenute Orestiadi-Lagelsomina, Terra Costantino, Terrazze Dell’etna, Theresa Eccher, Tornatore, Torre Mora, Travaglianti, Vignaioli Delle Contrade, Vigneti Vecchio, Vini Cali’, Vini Eudes, Zumbo

Per info:
https://lecontradedelletna.com/
Email: info@lecontradedelletna.com

Cosa: Le Contrade dell’Etna 2022
Dove: Castiglione di Sicilia, Picciolo Etna Golf Resort (Strada statale 120, km 200)

Quando: dal 2 al 4 aprile 2022, apertura al pubblico nella sola giornata di domenica 3 aprile 2022 dalle ore 12:30 alle ore 19:00

Era il 2008 quando Andrea Franchetti, eclettico pioniere del vino, trasforma un’idea visionaria nella più importante rassegna di vini esistente sull’Etna. Nasce così “Contrade dell’Etna”, un’intuizione, caratterizzata da un’impronta fortemente conviviale che vuole riunire i produttori locali nel rituale dell’”en primeur” importato direttamente dalla storica tradizione di Bordeaux. La prima edizione vede la partecipazione di pochi produttori, coinvolti dall’istrionico Franchetti, proprietario dell’azienda etnea Passopisciaro e della toscana Tenuta di Trinoro. L’idea è semplice e geniale. Dare nuova vita ad un territorio dalla tradizione secolare: l’Etna.
E’ sulle pendici del vulcano attivo più grande d’Europa che sorgono infatti tutte le Contrade, ciascuna caratterizzata da proprietà e peculiarità uniche e inimitabili, determinate dalle differenti composizioni del terreno.
Le caratteristiche organolettiche, i differenti microclimi e l’inedita composizione stratificata del terreno fanno sì che ciascun vigneto etneo acquisisca una propria identità. L’attività vulcanica, in perenne movimento, trasforma continuamente il suolo, garantendo unicità e carattere ai vigneti delle Contrade limitrofe.
Il connubio Etna-Vino ha dato lustro per secoli all’intera Isola che esportava il prezioso nettare in tutta Europa. La diffusione del vino locale si sviluppò ulteriormente con la costruzione della ferrovia Circumetnea, inaugurata nel 1895 grazie alla quale furono semplificati i collegamenti tra l’entroterra e il porto di Riposto. Fu verso la fine del XIX secolo, con l’avvio della rivoluzione industriale, che le terre etnee subirono una pesante battuta d’arresto a causa dell’abbandono delle campagne a vantaggio delle città. Bisognerà aspettare i primi anni ‘60 per veder rifiorire i vini dell’Etna con l’istituzione, nel 1968, di una delle prime denominazioni presenti in Italia, quella dell’Etna Doc.
Negli anni “Contrade dell’Etna” ha assistito a una lenta ma inesorabile evoluzione e il prestigio crescente delle etichette ha dato potenza alla manifestazione. Lo spirito puro e genuino del suo fondatore, andando sempre avanti, annata dopo annata, ha garantito l’impronta tanto voluta da Franchetti e sposata dai vignaioli che con attaccamento e rispetto proseguono quella che si esprime come una vocazione.